pasquetta in sardegna
Assemini,  Escursioni,  Home

Pasquetta in Sardegna

18 Aprile 2022

Manca poco ormai a Pasqua e già in tanti starete pensando a cosa organizzare. La Pasquetta in Sardegna prevede la classica gita fuori porta, dove si va? In montagna, al mare, in visita a qualche sito culturale, si partecipa a qualche sagra con un’eventuale pranzo in agriturismo o un pic-nic. Abbiamo tante alternative in base anche alle previsioni meteo, aspetto molto importante per stabilire la nostra meta.

 

La primavera in Sardegna sembra un po’ incerta quest’anno, il primo fine settimana di Aprile ha nevicato e ci siamo goduti la neve ma speriamo che ora arrivino temperature più consone alla stagione. Dopo le numerose piogge le cascate avranno una portata maggiore, permettendoci splendide escursioni naturalistiche.

 

Quest’anno è un anno particolare, finalmente potremo organizzare una scampagnata o un’escursione senza limiti di spostamenti, come è accaduto negli ultimi due anni a causa della pandemia. Ma vediamo nel dettaglio cosa possiamo fare il giorno di Pasquetta in Sardegna, abbiamo l’imbarazzo della scelta.

 

 

Assemini, Saline Conti Vecchi

A Pasquetta immergiti nella natura, con i bellissimi colori della Laguna di Santa Gilla e delle saline Conti Vecchi ad Assemini. Farai un viaggio nel tempo, verrai catapultato alla fine degli anni Venti e potrai vedere gli uffici della direzione, videoproiezioni dei filmati dell’epoca che testimoniano il grande lavoro svolto in quegli anni, tour in trenino, giochi e animazione per bambini. Inoltre l’area ristoro sarà allestita per il pranzo al sacco. Clicca nel link per maggiori info. 

 

 

Fluminimaggiore, Grotte di Su Mannau e Tempio di Antas

A Pasquetta riapre la stagione alle Grotte di Su Mannau a Fluminimaggiore, nella Sardegna sud-occidentale. È un complesso carsico di 540 milioni di anni, interessante non solo dal punto di vista speleologico ma anche da quello archeologico. All’interno infatti sono stati ritrovati resti di epoca prenuragica, come ad esempio lucerne a olio, da ricollegare al culto dell’acqua. La visita alla grotta dura circa un’ora e la prenotazione è obbligatoria.

 

A soli 8 km di distanza dalle Grotte di Su Mannau si può raggiungere anche il bellissimo Tempio di Antas, scoperto dal Generale La Marmora nel 1836. È stato costruito in varie fasi utilizzando la pietra calcarea locale. L’area archeologica vede la sovrapposizione di un insediamento nuragico e due santuari dedicati prima alla divinità punica Sid Addir e successivamente al corrispettivo sardo Sardus Pater Babai.

 

 

Pasquetta in Sardegna: Villanovaforru

I paesaggi della Marmilla sono meravigliosi in questo periodo e per goderteli uno dei luoghi che ti consiglio è Villanovaforru, dove potrai visitare il nuraghe di Genn’e Mari insieme al Museo Archeologico e il villaggio nuragico di Pinn’e Maiolu. La prenotazione è obbligatoria per il villaggio nuragico. Per maggiori info clicca sul link.

 

 

Altopiano della Giara

La Giara in primavera è sempre un’ottima idea, a prescindere dalla Pasquetta. È un tavolato basaltico di origine vulcanica situato nella Sardegna centro meridionale. Fa parte dei comuni di Gesturi, Genoni, Tuili e Setzu. È caratterizzata da un’ecosistema unico nel suo genere, con piante rare, cavalli selvatici, resti di archeologia nuragica e una vista spettacolare.  In questo periodo nei caratteristici paulis, laghetti di acqua piovana, fioriscono distese di ranuncoli bianchi che creano un’atmosfera incantata. Qui potresti vedere i cavallini selvatici, unici in tutta Europa, che si fermano per bere e rinfrescarsi.

 

 

Pasquetta in Sardegna: Escursione con il Trenino Verde

Una delle proposte del Trenino Verde della Sardegna parte da Mandas e arriva a Laconi. Si fa tappa prima a Isili per visitare il Nuraghe Is Paras e si prosegue poi il viaggio. Si attraversa il Lago di Is Barrocus, dove potrete ammirare la chiesa campestre di San Sebastiano, situata in una delle isole del lago. In realtà queste isole non sono altro che colli, diventate “isole” dopo la costruzione della diga. Si arriva a Laconi e si visita il Parco Aymerich, il borgo, la casa natale di Sant’Ignazio e la chiesa di Sant’Ambrogio e Ignazio. Per maggiori informazioni cliccate nel link.

 

 

Pasquetta in Sardegna: Sagra del Torrone a Tonara

pasquetta in sardegnaLa sagra del Torrone a Tonara è la classica meta di Pasquetta in Sardegna. Tonara è un paese in provincia di Nuoro, situato a 900 m s.l.m., conosciuto da sempre per la produzione artigianale del Torrone. Nato dall’accorpamento di tre rioni, per poi espandersi negli anni Sessanta. È circondato da boschi di lecci, querce, castagneti, noccioleti ed è ricco di acque e sorgenti perenni. Questa è la 41° edizione della Sagra del Torrone, che in origine era nata per ricordare il poeta Peppino Mereu e, in seguito, si è voluta associare la promozione del Torrone. Nel programma in genere sono previsti musica, balli e spettacoli che accompagnano la degustazione, la vendita e la preparazione in loco del Torrone.

 

 

Primavera food fest a La Caletta, Siniscola

Il 16-17-18 Arile a La Caletta, Siniscola, in Piazza Ex Casello del Genio Civile, si terrà la manifestazione “Primavera food fest”. L’ingresso è gratuito e ci saranno i migliori street food regionali e nazionali, i micro-birrifici regionali presenteranno le loro birre artigianali, i dolci della tradizione sarda e nazionale, il mercatino degli hobbisti regionali e laboratori per bambini.

 

 

Concerto a Cannigione, Arzachena

Cannigione è una frazione di Arzachena e quest’anno riparte con i grandi eventi. Il giorno di Pasquetta si terrà nel porto di Cannigione, alle ore 16:30, il concerto di Tiromancino. L’evento è stato organizzato da “Ichnosound Event” in collaborazion con la Pro Loco ed è stato finanziato dal comune di Arzachena. L’evento è totalmente gratuito e ci saranno solo posti in piedi, seguirà l’esibizione di Dj Ross ed Erika e di Andrea Mattei di Radio M20.

 

 

Oltre a queste idee che vi ho suggerito ce ne sono tantissime altre: la Sardegna in miniatura a Tuili, il Castello di Acquafredda a Siliqua, visita ai tantissimi nuraghi sparsi per la Sardegna, le zone minerarie e potrei continuare all’infinito 😆 

 

 

Se ti è piaciuto questo post condividilo su Facebook e iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!!

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.