mostra
Uncategorized

Mostra “1000 artisti per la pace”

Mostra di pittura, scultura e fotografia ad Assemini

Il 17-18-19 Giugno al Vecchio Municipio di Assemini c’è la mostra “1000 artisti per la pace”, iniziativa promossa dalla Fondazione Daga e dal Festival “Terra. Luogo del nostro abitare”, VII edizione 2022. Il programma di questi tre giorni prevede una mostra di pittura, scultura e una mostra fotografica. Sono state esposte le opere degli artisti Luigi Pillitu e Sergio Stara, il cui tema si intitola “La bellezza ha spazi di pace”. La mostra fotografica invece è curata dell’Associazione “Contrasti Fotografici”, Circolo affiliato FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), in cui espongono diversi fotografi: Lecca Gloria, Addis Maurizio, Canu Giuseppe, Bacchiddu Rita, Porcu Giovanna, Tanda Pasquale, Treglia Alessandro, Rinaldi Elio.

 

Non solo pittura, scultura e fotografia ma anche un concerto di musica Barocca, tavole rotonde, recital di poesie e teatro. Arte a tutto tondo per questa manifestazione in cui artisti, ospiti e pubblico si incontrano a favore di un tema attuale che negli ultimi tempi si è fatto più vivo: la pace. Pace con un significato più ampio, vista non solo dal punto di vista bellico ma con un significato più profondo, interiore e di inclusività. L’arte viene messa a disposizione di un tema importante che farà da padrone in diverse manifestazioni. Si parte da Assemini per proseguire poi in altre città in tutto il mondo, dal Giugno 2022 al Giugno 2023.

 

 

Artista: Luigi Pillitu

Luigi Pillitu: nato nel 1943, originario di Santadi ma vive ad Assemini da diversi anni dove ha aperto la sua bottega. Artista autodidatta che ha fatto dell’arte näif la sua espressione artistica sia nella pittura che nella scultura. Capisce di amare l’arte all’età di 19 anni, quando colpito dalla forma di un ceppo in cui intravedeva un uccello, decide di scolpirlo e di dargli la forma da lui percepita. Per le sue sculture cerca l’ispirazione in tronchi trovati per caso, senza mai tagliare una pianta ma prendendo tronchi e legno recuperato. Scolpisce diversi tipi di legno: olivastro, melograno, pioppo, ginepro.

 

 

La sua arte viene ispirata e contaminata dalle sue esperienze di vita, dalla fanciullezza trascorsa con la sua numerosa famiglia che gli ha insegnato i valori più importanti della vita. Possiamo notare questa contaminazione dai soggetti che dipinge e scolpisce: scene di vita comunitaria e di famiglia, in chiesa o nei campi. I volti dei suoi soggetti sono sempre simili, ma ogni sguardo è differente, riesce con pochi tratti a dare ad ognuno vita propria. Il cromatismo che lo contraddistingue rende le sue bellissime opere allegre e piene di vita. Oggi è un’artista affermato e apprezzato non solo in Sardegna ma in tutta Europa.

 

 

Artista: Sergio Stara

mostraSergio Stara: nato nel 1956, ha iniziato sin da giovane ad apprezzare il disegno e la pittura partendo da nature morte e paesaggi. Nel corso degli anni ha continuato la sua sperimentazione cercando sempre nuovi stimoli, spaziando dai ritratti ai fumetti, dalle miniature alle diverse tecniche di disegno. La sua arte giunge a maturazione quando decide di aprirsi al mondo cercando collaborazioni con altri artisti, esponendo e partecipando a numerose manifestazioni.

 

 

Per i suoi quadri usa diversi materiali: compensato, tele, muri, sacchi di juta e qualunque materiale si presti alla sua arte. Nei suoi dipinti possiamo ammirare paesaggi e scene di vita tipiche dell’ambiente sardo, come istantanee scattate durante escursioni con amici e parenti. Parchi, boschi, paesaggi sul mare e campestri, turisti che esplorano il centro storico di un paese dell’interno sardo, donne vestite con l’abito tradizionale sardo con lo sguardo fiero.

 

L’artista riesce, attraverso la composizione cromatica utilizzata, a coinvolgerti all’interno del quadro, facendo vivere la natura dipinta. Mentre osservi l’opera vieni trasportato in un’altra dimensione, ti aspetti da un momento all’altro di sentire l’acqua che scorre o le fronde degli alberi mosse dal vento

 

 

Mostra Fotografica

La mostra fotografica è stata allestita al 1° piano del Vecchio Municipio. Troverai le foto di diversi artisti, ognuno con caratteristiche, stili e linguaggi diversi. Te ne presento alcuni:

  • Alessandro Treglia, unico asseminese del gruppo, ha esposto due splendidi scatti che raffigurano le mani del grande ceramista asseminese Luigi Nioi, intente a lavorare la ceramica. Alessandro scopre la fotografia in giovane età, ha solo 12 anni anni quando usa la macchina fotografica del padre. Ha collaborato con la rivista “Sardegna e dintorni” e creato il portale fotografico 135mm.com.
  • Gloria Lecca ha presentato una parte di un progetto molto interessante intitolato “21 kg”. Attraverso i suoi scatti vuole farci riflettere sull’interiorità e l’introspezione di ognuno di noi, un viaggio alla ricerca della felicità che passa attraverso i sentieri più bui dell’anima.
  • Maurizio Addis ha esposto degli scatti tratti dalla natura, con una luce meravigliosa che viene filtrata dagli alberi e particolari di insetti immersi nel loro ambiente.
  • Rita Bacchiddu ha espoto degli scatti che evidenziano le geometrie del territorio sardo, evidenziato da semplici paesaggi a noi familiari come un campo arato o un silos di acqua, con lo sfondo caratterizzato dalle tipiche linee di un paese.

 

 

 

 

 

 

 

Programma completo della mostra

 
Venerdì 17 giugno 2022
Ore 10:30
Saluto della Pace
Dott. Bruno M Daga
Intervengono le autorità della città di Assemini.
Saluto della Sindaca
Sig.ra Sabrina Licheri
Assesore alla cultura
Sig.ra Rachele Garau
 
Ore 11:00
Inagurazione Mostra di pittura e scultura
“La bellezza ha spazi di pace”
Espongono:
Luigi Pillitu
Sergio Stara
 
Mostra Fotografica
a cura della Associazione “Contrasti Fotografici”
Circolo affiliato FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).
Espongono:
– Lecca Gloria
– Addis Maurizio
– Canu Giuseppe
– Bacchiddu Rita
– Porcu Giovanna
– Tanda Pasquale
– Treglia Alessandro
– Rinaldi Elio
 
Le Mostre rimaranno
aperte durante le tre giornate della manifestazione.
 
Ore 18:00
Concerto di musica Barocca
“La musica della pace”
Eseguono i brani del repertorio di musica barocca:
Maestro Battista Giordano
Flauto
Maestra Antonella Chironi
Pianoforte
 
Sabato 18 Giugno
Ore 10:30
“La pace progetto per future generazioni”.
Tavola rotonda
Con la partecipazione degli Artisti. Evento aperto a tutti i cittadini
 
Ore 20:00
Recital di poesia
“Pace e lettere”
Poeti:
Marina Marikó Corona.
Maya Cau.
Carmen Salis.
Angelica Piras.
Bruno Daga
 
Ore 19:00
Teatro
“Sogni di Pace”
Roberto Magnabosco
Teatro la tela di Penelope
Danza Musica Recitazione
 
Domenica 19 giugno
Ore 11:30
“Le Arti espressione di pace”.
Tavola rotonda con la partecipazione diretta del pubblico e degli artisti.
 
Ore 18:00
“Il pensiero auténtico della pace” .
La memoria è una funzione psichica e neurale di assimilazione…
Tavola rotonda
Dialogo con il pubblico ed invitati,
Prof. Bruno M Daga
C. Fondazione Daga
Con la partecipazione di un messaggio scritto del prof. Silvano Garau.
 
Ore 19:00
Presentazione del romanzo
GIULY
Di Paolo Stara Serafin
Dialoga con l’autore prof. Bruno M Daga presidente del C. Fondazione Daga.
 
Ore 20 :00
Chiusura della manifestazione e della Mostra d’arte. Incontro conviviale.
 
 
 
Condividi il post su Facebook e iscriviti alla newsletter per restare aggiornato sugli eventi ad Assemini e sulle escursioni che puoi fare partendo da qui!! Trovi il modulo d’iscrizione in basso, dopo la galleria fotografica!
 
 
 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.