casa sull'albero
Escursioni,  Home

Da Assemini alla casa sull’albero di Allai

Da Assemini ad Allai, in provincia di Oristano, un’ora e mezzo di viaggio per arrivare in questo piccolo comune circondato da pace e tranquillità, famoso per la splendida casa sull’albero, costruita sulla riva sinistra del fiume Massari. Era da tempo che volevo andarci perchè vedevo spesso delle foto della casa sull’albero ed ero curiosissima di vederla ma sopratutto di salirci sopra con mio figlio, credo sia il sogno di ogni bambino, anche di quelli un po cresciuti 🙂 .

 

Allai è un piccolo comune di 363 abitanti confinante con Fordongianus e Samugheo, due centri altrettanto interessanti per le terme romane, la casa aragonese e le chiese di San Pietro e San Lussorio, il primo, e per la tessitura artigianale di tappeti, arazzi e abiti della tradizione, il secondo.

 

Allai, situato ai piedi del monte Grighine, è circondato da verdi colline ricoperte di macchia mediterranea, corbezzoli, lecci, lentischi e mirti. Io ci sono stata a fine estate ed è stato bellissimo, ma sarei curiosa di vederlo dipinto dai caldi colori autunnali, sicuramente ancora più suggestivo.

 

Nel cuore del centro storico troverai la Chiesa Parrocchiale intitolata allo Spirito Santo e alla Madonna del Rosario, in stile gotico-aragonese, caratterizzata nella facciata da un portale ad arco a sesto acuto sormontato da un grande rosone centrale e nel prospetto superiore un campanile a vela a doppia luce con due campane. L’interno è a navata unica, separata dalle cappelle laterali da archi a sesto acuto e nella cappella maggiore possiamo ammirare una rara acquasantiera del 1320, riferibile molto probabilmente all’impianto precedente di epoca romanica.

 

La Chiesa Parrocchiale è circondata da case a corte costruite in pietra scura, davvero caratteristiche, e a pochi passi da qui è possibile raggiungere il Museo Civico Cima. Io purtroppo l’ho trovato chiuso ma ho comunque avuto la possibilità di vedere la bellissima esposizione esterna, costituita da antichi attrezzi come il frantoio, la pressa, la macina, il forno a legna, l’aratro e il carro, tutti accompagnati da pannelli esplicativi.

 

La piazza centrale è circondata da bei murales colorati e, sulla destra, da su “putzu mannu“, il pozzo grande, costruito interamente con blocchi di trachite e scavato nella roccia fino ad una profondità di 13,50 metri. Un tempo punto di approvvigionamento per la comunità, ma la sua importanza non è dovuta solo a questo, perchè negli anni Ottanta, in occasione della pulitura del pozzo, sono stati ritrovati numerosi resti al suo interno. Si tratta di centinaia di brocche, boccali e stoviglie in buono stato di conservazione e circa 7000 frammenti di vasellame di epoca tardo rinascimentale di produzione locale, probabilmente riferibili a riti legati alla fecondità.

 

A poche centinaia di metri dall’ingresso del paese troverai invece i resti di un bellissimo ponte romano, chiamato “su ponti ecciu”, il ponte vecchio, importante punto di passaggio per arrivare a Fordongianus, usato fino agli inizi del XX secolo, quando venne costruito il nuovo ponte.

 

E ora arriviamo alla casa sull’albero, raggiungibile facilmente attraversando il paese e seguendo le indicazioni, si trova infatti all’estremità del paese, sulle rive del fiume Massari. Con orgoglio posso dirti che è la prima casa sull’albero pubblica in Italia, quindi l’ingresso è libero e puoi fermarti quanto e quando vuoi. È stata costruita da Daniele Del Grande, architetto e fondatore del gruppo Abitalbero, in collaborazione con l’Ente Foreste della Sardegna e il comune di Allai. Mettendo al primo posto l’amore e il rispetto per la natura è nata una casa eco-sostenibile in armonia con gli alberi e il paesaggio circostante.

 

È costruita su due alberi di eucalipto ed è divisa su tre livelli. Al piano terra potrai giocare con una grande altalena, al primo piano inizierai a scorgere il panorama e al secondo potrai ammirarlo un po più dall’alto. Dall’interno della casetta in legno hai due prospettive: dalla finestra puoi vedere il paese, mentre dall’ingresso puoi godere della vista sul fiume e sul monte Grighine, meraviglioso!!

 

Ai piedi della casa sull’albero c’è un grande tavolo da pic-nic in cui poter pranzare o fare una golosa merenda e intrattenersi al fresco sotto gli alberi. Poco prima di arrivare alla casa sull’albero trovi le indicazioni per Bau Accas e Sirigone da cui puoi spostarti sull’altra riva del fiume per una passeggiata in mezzo alla natura.

 

Per mangiare ad Allai puoi scegliere l’agriturismo I Meriagus, il bar pizzeria Mariù e il bar pizzeria tavola calda Sporting Club. Noi abbiamo scelto quest’ultimo e ci siamo trovati molto bene, abbiamo mangiato nello spazio all’aperto che dà sulla piazza e ci siamo rilassati al fresco, godendoci un po di pace e tranquillità. Ti consiglio comunque di prenotare.

 

E tu, sei mai salito su una casa sull’albero? Raccontami la tua esperienza e condividi l’articolo sui social!

 

 

 

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.