conte ceconi
Assemini,  Home

Murales ad Assemini

 

Sapevi che tra le cose da fare e vedere ad Assemini c’è il tour dei murales?  E che tra questi c’è anche il murale più lungo della Sardegna?

Il progetto che ha portato alla realizzazione dei murales si chiama “Innamor’art”, voluto dall’Amministrazione Comunale nel 2017 per valorizzare Assemini e darle un po di colore. Hanno partecipato al progetto artisti come Rosaria Straffalaci, Pietrina Atzori, Davide Pils, Manu Invisible e La Fille Bertha. Ho voluto creare un semplice percorso per poterli vedere tutti.

 

 

Murales ad Assemini: Centro Giovani

stesso cielo
“Stesso Cielo” Centro Giovani

Iniziamo il nostro tour dal Centro Giovani di Corso Europa in cui gli artisti Rosaria Straffalaci e Davide Pils, nominati direttori artistici e aiutati dai ragazzi del Liceo Artistico Foiso Fois di Cagliari (nell’ambito dell’attività di alternanza scuola lavoro), hanno realizzato dei murales che riprendono correnti artistiche moderne e contemporanee con riferimenti alla condizione femminile e alla sua sensibilità.

 

 

Murales ad Assemini: Via Marconi

murales ad Assemini
imPOSSIBLE

Proseguiamo con il murales di via Marconi, di fronte al Bocciodromo, realizzato da Manu Invisible. L’artista ha illuminato uno sfondo nero con l’imponente scritta “IMPOSSIBLE”, rendendo più luminosa la seconda parte della parola: “POSSIBLE”. Con quest’opera Manu Invisible ha voluto lasciare un messaggio molto importante, per ricordare che niente è impossibile, anche quando sembra tutto nero.

 

 

Murales ad Assemini: Via Porto Torres

Pietrina Atzori
Intragnas

Da qui raggiungiamo via Porto Torres in cui l’artista Pietrina Atzori ha installato l’opera Intragnas, una tela, più precisamente un trittico, percorso da tantissimi fili colorati che formano una fitta trama e che converge nello stesso punto. Con questa tela P. Atzori ha voluto lasciare un messagio molto importante, simboleggiando il legame umano oltre le differenze etniche, culturali e sociali, perchè se tutti andassimo oltre tutto questo ci accorgeremmo che in fondo siamo un unico popolo, fatto di persone con sentimenti ed emozioni diverse. Messaggio preziosissimo posto in un punto importante, una scuola dell’infanzia, che accompagna i bimbi e le loro famiglie in un nuovo percorso di crescita.

 

 

Murales ad Assemini: Piazza del Legno

murales ad Assemini

Più avanti, in Piazza del Legno troviamo il bellissimo e lunghissimo murale “Metamorphosis”, realizzato da Davide Pils, artista asseminese, in collaborazione con i ragazzi del Liceo artistico Fois di Cagliari. Quest’opera riproduce il quadro dell’artista olandese M. C. Escher ma rivisitato, una serie di figure si evolvono, si trasformano e ti portano alla parte conclusiva dove, al posto del Duomo di Atrani è stata inserita la Chiesa di San Pietro di Assemini e la piazza circostante.

 

 

Murales ad Assemini: Via Kitzmüller

murales ad Assemini
Murale dedicato al Conte Ceconi

 

In via Kitzmüller possiamo invece ammirare lo splendido murale “Pagine di storia asseminese”, realizzato da Pils nel 2017. Con quest’opera l’artista vuole mettere in evidenza l’importanza di tramandare la storia da una generazione all’altra, in questo caso la storia di Assemini, in cui il Conte Angelo Ceconi ha avuto grande impatto. Nel 1902, l’ingegnere austro-friulano, acquistò 1200 ettari di terreni ad Assemini, costruì numerosi fabbricati e una grande azienda agraria, portando numerose innovazioni tecniche, sia in agricoltura che nella zootecnica. Introdusse nuovi moderni macchinari e realizzò importanti opere di bonifica, canali di irrigazioni e pozzi artesiani per migliorare le coltivazioni dei terreni acquitrinosi acquistati. Nell’opera Pils ha ritratto se stesso seduto su una panchina che chiacchera con un anziano conosciuto durante la realizzazione del murale, sottolineando così il concetto del passaggio della conoscenza alle nuove generazioni per continuare a ricordare.

 

 

Parco degli Specchi

Proseguendo verso via Asproni, nel Parco degli Specchi, dove sono state inserite 11 gallinelle realizzate dai ragazzi del Liceo Artistico sotto la supervisione di Rosaria Straffalaci. Le gallinelle, sono state incise su lastre d’alluminio realizzate con la tecnica incisoria della “punta secca”.

 

 

Murales ad Assemini: Via Giudicessa Benedetta

Murales ad Assemini
La Fille Bertha

In via Giudicessa Benedetta, sotto il cavalcavia, abbiamo l’opera di La Fille Bertha, che ha realizzato l’inconfondibile figura femminile, ermetica ed assorta in una dimensione lontana, difficile da raggiungere. L’artista, spesso, crea un legame tra le sue opere e il luogo in cui vengono realizzate e, ad Assemini, ha deciso di inserire una brocca in ceramica, tipica della tradizione asseminese. Ritroviamo un’altra sua opera anche alla fine dell’itinerario che ho realizzato, in Corso Asia, allo skate park.

 

 

Murales ad Assemini: Via Sicilia

murales ad Assemini
Panada

In via Sicilia abbiamo un’altra opera di Pils, in cui si rende omaggio al piatto tipico asseminese, la Panada di anguille. Nella sua opera ha unito elementi tradizionali e contemporanei, proprio come la Panada, piatto tipico della tradizione ma attualissimo.

 

 

 

Murales ad Assemini: Corso Asia

murales ad Assemini
“Fabula”

Infine arriviamo in Corso Asia, dove possiamo vedere il murale più lungo della Sardegna, “Fabula”, lungo 65 metri e realizzato da Rosaria Straffalaci in collaborazione con Pietrina Atzori. In una posizione strategica è stata inserita una grande sedia, realizzata dal Maestro Francesco Cau, in stile tipico sardo. Da questa grande sedia è possibile vedere l’opera in tutto il suo insieme, da una prospettiva ideale, in modo da permettere, a chi osserva, di cercare una propria chiave di lettura e una propria libera interpretazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.